bio

ITA | ENG

Gabriella Riccio coreografa e danzatrice si avvicina giovanissima alla danza. Segue poi un personalissimo percorso di ricerca artistica che la porta in contatto con alcune tra le più rappresentative personalità della scena contemporanea. Attiva sulla scena della danza contemporanea europea approda ad un progetto di ricerca su territori del corpo e della performance contemporanea all’interno di caosmos | cia gabriellariccio formazione indipendente con sede a Napoli con progetti volti alla sperimentazione e all’innovazione dei nuovi linguaggi della scena contemporanea e della danza di ricerca con nuovi formati ed in rapporto con le nuove tecnologie. Il suo lavoro la porta a collaborazioni di rilievo con artisti di diversa estrazione con particolare attenzione alla musica live elettronica e agli ambienti sonori sensibili. E’ tra i rappresentanti della nuova coreografia d’autore in Italia inserite in “Spazi per la danza contemporanea” a cura di Ada D’Adamo ed. E&S Editoria e Spettacolo.

Le prime creazioni presentate in spazi non convenzionali e di carattere marcatamente concettuale hanno al centro l’indagine sul rapporto tra performer e spettatore, dove il pubblico viene coinvolto in modo attivo e diretto: “Watch/Touch” 2003 solo performance for a solo spectator, “Korpersprache” 2004 esperimento sui giochi di potere, “K.i.s.s.#1- about fragilty” 2005 musica live elettronica di Elio Martusciello, “Mensch – über Schonheit [trittico]” 2005 su musica di Elio Martusciello, “Mensch – über Schonheit [solo]” 2006 lavoro con cui riceve una menzione orale della giuria al festival ‘Il Coreografo Elettronico’ per la qualità del lavoro coreografico e presentato da Filmstudio80 nell’ambito del festival “Tra genio e sregolatezza: il video d’autore made in Italy”. I suoi lavori sono presentati dall’Ente Nazionale di Promozione Danza di Napoli Vetrina per la Giovane Coreografia D’Autore e creati su commissione e con il contributo del Goethe Institut. Con “Echo Resonance & Memory“ 2008 su musica originale di Neil Leonard (Berklee College of Music di Boston) la sperimentazione si apre all’interazione con le nuove tecnologie video in collaborazione con Alia Scalivini e Alexis De Vita. Con “Guerrilla Remixed” 2008 presenta interventi di danza urbana all’interno di ZAC Zona di Attacco Creativo per il NTFI Napoli Teatro Festival Italia. Per Carmine Rezzuti, esponente della transavanguardia napoletana, crea la performance “Diventa ciò che sei” 2009. Con “Noli Me Tangere-studio in divenire” 2008 – selezionato per il progetto MIBAC/ETI Transitidanza2 al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, da Mauro Petruzziello per il festival “Deus Ex Machina.01” al Kollatino Underground di Roma e invitata al DOCK11 di Berlino – l’interazione con le nuove tecnologie si fonde con una dimensione drammaturgica intesa come risultato di segni e azioni dei corpi in scena. Sempre del 2009 la performance “Writing on waters” con la partecipazione della violoncellista Norsola Johnson dei Goodspeed You! Black Emperor. Dal 2015 è coreografa residente a L’Asilo comunità di lavoratrici e lavoratori dello dell’arte della cultura e dello spettacolo in autogoverno presso l’Ex Asilo Filangieri di Napoli exasilofilangieri.it dove realizza due residenze di ricerca e creazione, “Noli me tangere nuova creazione 2015” nell’ambito di Sovrapposizioni // Overlap_La danza trova Asilo e “La Follia” che debutta al Teatro Bellini di Napoli nella stagione di danza 2015/2016.

Tra il 1998 e il 2004 matura l’esperienza di performance e didattica in una intensa collaborazione con il giapponese Hal Yamanouchi. Dal 2003 al 2004 è a Berlino in un inteso sodalizio artistico e di ricerca con il coreografo Felix Ruckert danzando in “Secret Service”, “Ring”, “Love Zoo”. Un percorso europeo che la porta a Roma, Parigi, Amsterdam, Girona, Berlino. Danza in alcuni tra i più noti spazi per la danza contemporanea in Europa quali il TanzPlatform di Düsseldorf, il Festival Eurokaz di Lubjana, il Dock 11 di Berlino, Les Bains:Connectif di Bruxelles. A Napoli il suo lavoro è regolarmente invitato negli spazi dedicati alla contemporaneità quali il Nuovo Teatro Nuovo, la Giornata Mondiale della Danza, il PAN  Palazzo delle Arti di Napoli, festival Movi|mentale, varie edizioni della rassegna di danza contemporanea Di Seconda Mano.

Creazioni

  • La Follia Pièce per 1 danzatrice e 1 musicista – durata 45′
  • Noli Me Tangere Pièce per 2 danzatori e ambiente sonoro sensibile – durata 50′
  • Echo Resonance & Memory  a solo, musica live elettronica e interazione live video – durata 45′
  • Guerrilla Remixed Performance urbana per 10 performers per ZAC Napoli Teatro Festival Italia
  • Mensch – über Schönheit [Solo] Solo – durata 30′
  • Mensch – über Schönheit [Triptyk] Pièce per 4 danzatori e pubblico itinerante, musica originale live elettronica di Elio Martusciello – durata 30′
  • K.I.S.S.#1 – about fragility Pièce per 2 danzatori e 6 non danzatori, musica originale live elettronica di Elio Martusciello – durata variabile 15′- 30′
  • Körpersprache  Pièce per 6 danzatori e pubblico partecipe – durata 30′
  • Watch|Touch  Serie di a solo per il singolo spettatore in struttura di alluminio 4×4 – durata variabile tra 120′-180′